Itinerario 12: Aquileia (Ud) e Grado (Go) romane.

Quest’itinerario è dedicato all’Aquileia romana, di cui abbiamo sintetizzato in termini generali il profilo storico.

Aquileia, per la sua posizione particolare in pianura a pochi chilometri dal mare e dotata essa stessa di porto, si raggiunge comodamente da più parti: da Udine (km. 35) percorrendo la S.s. 352, da Trieste (km. 50) percorrendo la S.s. 14, da Gorizia (km. 35).

Tutti i capoluoghi di provincia citati rientrano come basi di partenza per altri itinerari, per cui raggiungere Aquileia diventa comodo ed agevole da qualsiasi punto di partenza.

Suggeriamo, comunque, a chi volesse visitare provenendo da lontano, di soggiornare nella vicina isola di Grado (km. 11), rinomatissima dal punto di vista turistico e dotata, perciò, della più alta e varia disponibilità d’attrezzature di soggiorno (hotels, campeggi, ecc.).

KM. 15 c. + ritorno. Da qualsiasi parte si giunga ad Aquileia è preferibile parcheggiare negli ampi spazi attrezzati.

Numerose indicazioni condurranno il visitatore al Museo Archeologico Nazionale (vedi), tappa primaria ed irrinunciabile.

L’itinerario condurrà poi a visitare il Foro (vedi), la Basilica forense (vedi), l’Area dei mercati (vedi), il Sepolcreto romano (vedi), il Mausoleo (vedi), gli Abitati romani (vedi), il Porto fluviale romano (vedi).

Terminata la visita d’Aquileia romana, volendo si può raggiungere Grado per vedere i resti del Castrum fortificato (vedi) ed il Lapidario (vedi).

Volendo visitare la Grado paleocristiana, vedere alla voce “Grado“ del secondo itinerario d’Aquileia.