Itinerario 21: LO SPILIMBERGHESE E LE TERRE DEI MAGREDI.

Si percorre una zona a monte delle risorgive ed il territorio presenta qui suoli piuttosto poveri ed aridi ricoperti da magre praterie (magredis), in cui l’insediamento e l’attività agricola sono condizionati dalla presenza di pozzi e dalla derivazione delle rogge.

Da Pordenone a Spilimbergo ed a Montereale Valcellina: km 56 + ritorno. Da Pordenone, per la S.s. 13, Pontebbana fino a Casarsa della Delizia per proseguire poi verso N per raggiungere Valvasone, con caratteristico nucleo antico e Spilimbergo, dove è possibile visitare anche la famosa Scuola del Mosaico, erede dell’antichissima tradizione aquileiese. Si visita la cittadina (Duomo e Castello).
Ci si immette poi nella S.p. 1 e dopo circa km 6 si raggiunge l’abitato di Valeriano, frazione di Pinzano al Tagliamento; quindi, svoltato a sinistra e presa la S.p. 34, si arriva a Lestans frazione di Sequals, dove si può visitare la locale raccolta archeologica nel palazzo Savorgnan.
Ripresa la S.p. 34, dopo appena km 4 ci si immette nella S.s. 464; quindi si prosegue e superato l’abitato di Colle si svolta a sinistra in direzione del paese di Arba. Dopo circa 10 km di percorso si giunge alla località di Tesis in comune di Vivaro dove si può visitare il locale Antiquarium .
Lasciato Tesis, si raggiunge Vivaro e presa la S.p. 27 attraversando i caratteristici terreni alluvionali detti Magredi, dopo circa 12 km si giunge a Maniago (famosa nel mondo per l’attività artigianale della coltelleria). E’ possibile visitare il Duomo e il Castello. Da qui per la S.s. 251 in pochi chilometri si arriva a Montereale Valcellina dove recentemente è stato aperto un Museo Archeologico.