Nel 1988, a seguito di aratura profonda, venne scoperta una sepoltura ad inumazione; fu compiuto uno scavo di emergenza a cura del personale dei Civici Musei di Udine.
La tomba, con pareti in ciottoli di grandi dimensioni legati con malta era coperta in parte da un frammento di sarcofago ed in parte da una lastra di arenaria di Aurisina con cornice modanata di forma irregolare. All’interno si trovava lo scheletro di un giovane di sesso maschile, deposto sopra uno strato di calce che ricopriva una base in ciottoli, ad una profondità di m 1,30 rispetto al piano di campagna.
Unico oggetto di corredo un coltello in ferro, posto lungo il fianco sinistro.
E’ stata ipotizzata risalente ad età tardo – antica e la tecnica di costruzione della tomba sembra propria della popolazione autoctona nell’ambito del V secolo d.C.
Il materiale ritrovato è stato depositato presso i Musei Civici di Udine.

Bibliografia:
BUORA 1987, p. 127 e ss.; NOBILE 1993, p. 59; CIVIDINI, MAGGI 1997, pp. 60-61.

Periodo Storico: Età Romana
Localizzazione Geografica