La cava romana.

Da Slivia, lungo la provinciale per Aurisina, si stacca un sentiero, segnato con il n. 31, porta alle cave., zona dove si aprivano numerose cave per l’estrazione del marmo calcareo. Oggi le cave in attività sono ridotte a poche; tra queste la maggiore è ancora la Cava Romana che sfrutta un tipo di calcare puro al 99,8 per cento. Trattasi di una delle maggiori cave europee a cielo aperto: un baratro profondo 110 metri. Con le pietre provenienti da questa cava si sono costruiti i maggiori monumenti di Aquileia e Tergeste romane, nonchè di Roma e di altre città dell’impero.

Periodo Storico: Età Romana
Localizzazione Geografica