Moggio Udinese: Battistero: affresco di scuola vitalesca rappresentante la parabola delle dieci Vergini. Sec XIV.

Dalla navata, tramite una porta che si trova a destra, si accede alla cappella eucaristica, composta da alcuni ambienti. Nell’atrio, sul muro che divide questo dalla parte più interna, è collocato il grande Crocefisso del 1466, in legno di noce dipinto, appartenente, presumibilmente alla precedente chiesa gotica. A destra, scendendo alcuni gradini, si accede al battistero, un tempo sala capitolare della comunità monastica; sulla parete est si trova una grande calotta affrescata.
I dipinti trecenteschi qui presenti, riportati all’antico splendore da una recente ripulitura, sono di scuola vitalesca e rappresentano la Parabola delle dieci Vergini, sovrastate da una Madonna con bambino, che farebbe supporre l’appartenenza degli affreschi ad una precedente cappella intitolata a Santa Maria.
Nella parte più interna della cappella eucaristica la volta a vele è sostenuta, ancora, da pilastri con capitelli formati da mascheroni di fattura longobarda. Sulla sinistra si trova l’altare ligneo recentemente restaurato opera di Giovanni Saidero di Venzone datato 1634. Un portale in legno di recente fattura divide la cappella dal settore addetto alla clausura.

Periodo Storico: Basso Medioevo
Localizzazione Geografica