Pianta del castelliere di Monte Coste.

Da Sales, per salire al Monte Coste, si prende il sentiero del CAI n. 45 e poi il sentiero 3, per superare un dislivello di 75 metri con un percorso lungo 800, per arrivare su una sella posta a quota 350.
Lì il sentiero si fa più stretto ed i versanti sono ricoperti da pinete infiltrate dalla boscaglia e latifoglie. Si riprende il sentiero 45 per altri 600 metri e per arrivare alla cima. Il sentiero termina su un ammasso di rocce e blocchi incoerenti che appartengono al vallo del castelliere.

Il castelliere di Monte Coste, un tratto del muro.

Questo ha un perimetro di appena 190 metri ed è quindi uno dei più piccoli. Visitarlo non è molto facile, non esistendo nè sentieri nè piste ed il luogo è fortemenete imboschito e disseminato di arbusti che coprono le rocce ovunque affioranti. Vi è soltanto un piccolo tratto pianeggiante sul lato meridionale, dove è stato riportato alla luce un tratto di muro lungo circa 20 metri. E’ stata anche scoperta una strana porta doppia, ossia un varco di 14 metri diviso da un corpo subtriangolare con il lat esterno largo 6 m., per cui risultano esservi due porte larghe 4 m. che erano chiuse da un muro e da una maceria incoerente. E’ arduo dare una spiegazione di tutto ciò, tanto più che questo lato si collegava con una cinta esterna lunga 240 m. della quale sono rimaste soltanto poche tracce.
Gli scavi sul ripiano hanno restituito un po’ di materiale ceramico appartenenete alla fase finale dell’età del bronzo.

Periodo Storico: Protostoria
Localizzazione Geografica