Il castelliere di Sales.

Da Sales, quota m. 260, si sale a quota m. 314, dove si trova un castelliere, tra i meno conosciuti ma fra i più belli e ben fruibile.
Il vallo, di forma ellitica e spesso fino a dieci metri, si sviluppa senza soluzioni di continuità per 500 metri sulla linea altinetrica dei 300 e racchiude un ripiano erboso largo otto metri che sul versante settentrionale fu a suo tempo coltivato, e sul meriodionale posto a vigna.
Il piccolo varco di accesso è situato proprio nel punto in cui c’era la porta del castelliere, larga metri 3,40 e delimitata da due muri esterni come del resto accadeva anche negli altri castellieri.
Per la visita conviene percorrere il vallo interno che, non essendo più coltivato, in alcuni punti comincia ad essere invaso da piante. La maceria stessa si va ricoprendo di cespugli ed alberi che nascondono il panorama, un tempo molto ampio.
Gli scavi effettuati nel 1970, oltre al muro principale hanno messo in luce il muro “a secco”, spesso 3,50 m. Un piano di calpestio è costruito da tritume di cocci troppo frammentati per consentire delle identificazioni, l’altro è formato da argilla mista a cristalli di dolomia provenienti da alcune sacche che si trovano sul pendio settentrionale della collina. Grossi frammenti di vasi sono stati trovati fra le pietre della maceria. Dal loro esame risulterebbe che questo castelliere risale all’età del ferro.

Periodo Storico: Protostoria
Localizzazione Geografica