PONTEBBA (Ud). Località di confine.

PONTEBBA (Ud). Località di confine.

Pontebba: la lapide romana dedicata a Severilla.

Pontebba è un sito legato alla strada che, sin dall’epoca romana, portava al Norico e al limes danubiano. Il nome le deriva dal ponte sul torrente Pontebbana, linea di confine, a partire dalla fine del I millennio, tra amministrazioni ‘italiche’ (il Patriarcato, prima, la Serenissima Repubblica, dopo) e tedesche (il Vescovado di Bamberga e, in seguito, l’Impero asburgico). Da allora e fino alla grande Guerra, la cittadina era divisa in due realtà amministrative, prendendo il nome di Pontafel nel settore in sinistra idrografica dove assunse caratteristiche proprie della cultura e delle tradizioni tedesche.
Delle testimonianze di epoca romana rimane la bella epigrafe funeraria che Onesimus, ser(vus) vil(icus) vectigal(is) Illyr(ici), dedicò alla defunta coniuge Severilla, ora visitabile presso la sede comunale.
Meritano una visita anche le roste d’origine veneziana che costeggiano il rio Pontebbana e la Fella nel settore ‘italiano’. A tratti, incastrati all’interno dei possenti muraglioni, sono visibili i bassorilievi raffiguranti il leone di san Marco, simbolo della Signoria veneziana sulla parte meridionale del paese.

[ STAMPA SCHEDA IN PDF ]
Periodo Storico:
Localizzazione Geografica

© 2014 Archeocarta Friuli Venezia Giulia - Realizzato da Mediares S.c.