POZZUOLO DEL FRIULI (Ud). Loc. Campo Cuppari: installazioni artigianali.

Quest’area, esterna alla cinta fortificata del castelliere di Cjastiei, si trova ai margini di un terrazzo artificiale. Nel corso di una serie di scavi sistematici tra il 1980/1981 e il 1986/1988 è stata individuata e scavata una decina di fosse connesse ad attività artigianali, non sempre ben identificabili ma che prevedevano, l’uso del fuoco. Probabilmente si trattava di strutture legate alla cottura della ceramica e alla produzione metallurgica.
I ritrovamenti indicano un periodo di utilizzo dell’area compreso tra VI e V sec. a.C., concomitante alla fase di ampliamento del villaggio sito all’interno del castelliere “I Cjastiei” (v. Pp.PO.3). In questa occasione si decise di scegliere un’area specializzata, esterna alla cinta difensiva e quindi lontana dalle abitazioni, destinata a produzioni artigianali.
In epoca medievale nella stessa zona venne impiantata una necropoli.
I materiali archeologici sono conservati presso il Museo Nazionale di Aquileia.

Bibliografia:
Pozzuolo del Friuli 1980, pp. 75-84; Pozzuolo del Friuli: scavi 1986-1987, cc. 381-7; Pozzuolo – Area D, cc. 384-7; Càssola Guida, Vitri 1995, in particolare pp. 235-6; Vitri 1983C; Gli impianti produttivi, pp. 17-32.

Fonte:
Fonte: DVD – Terra di Castellieri – Archeologia e Territorio del Medio Friuli - Sezione B – L’età protostorica – SIAE – cre@ttiva 2004

[ STAMPA SCHEDA IN PDF ]
Periodo Storico: Protostoria
Localizzazione Geografica

© 2014 Archeocarta Friuli Venezia Giulia - Realizzato da Mediares S.c.