SEDEGLIANO (Ud), fraz. di Coderno, Capanne della tarda età del bronzo.

Il nome Coderno palesa in modo inconfutabile una identità romana, offerta dal riferimento del ceppo stradale “quaterno lapide”, ma la presenza di reperti e di pratiche cimiteriali a tumulo evidenziano anche civiltà preromana.
La località si trovava lungo Una strada che proveniva da Concordia, attraversava il Tagliamento nel guado di Pieve di Rosa e per Codroipo (Quadruvium) si congiungeva nei pressi di Gemona alla cosiddetta Julia Augusta.
Nel sec. XIII la villa di Coderno era sotto la giurisdizione del castello di Variano, mentre nel sec. XIV e XV sotto i signori di Spilimbergo.
Ecclesiasticamente, Coderno dipendeva da Sedegliano, ma nel corso del settecento e dell’ottocento la comunità di Coderno manifestò sempre di più l’esigenza all’autonomia. Nel 1922 con decreto vescovile, Coderno ottenne la vicaria e nel 1954 la parrocchia.
Il nome di Coderno (in friulano Codèr) deriva dal latino “quadernum cum decima” (ogni quarta parte) con riferimento probabile ad un territorio coltivato (possibile allusione alla centuriazione).
L’identità romana è offerta anche dal riferimento al cippo stradale “quaterno lapide”.

Bibliografia: Agnul M. Pittana, I nons dai paîs dal Friûl di Mieç, P.I.C. del Medio Friuli 2002

Vedi sull’età del bronzo anche l’allegato: Vinci-Vitri-et-Alii-Coderno

[ STAMPA SCHEDA IN PDF ]
Periodo Storico: Protostoria
Localizzazione Geografica

© 2014 Archeocarta Friuli Venezia Giulia - Realizzato da Mediares S.c.