UDINE. Musei Civici. Frammento di sarcofago con erote alato.

Nei magazzini dei Musei Civici di Udine è conservato un frammento di sarcofago con erote alato rinvenuto nel 1945 durante alcuni lavori eseguiti nella chiesa di San Francesco a Udine.
Nel XVIII sec. venne impiegato, al rovescio, nell’altare dedicato al beato Odorico, costituito da vari elementi di reimpiego romani, e rimase lì fino al 1945 quando la chiesa fu devastata da un bombardamento e da un incendio. Nel 1951 venne donato dalla Soprintendenza ai musei cittadini.
Secondo alcuni, il frammento proviene da Aquileia.
L’erote alato, visibile fino alla vita, si presenta nudo con un mantello sulle spalle e, forse, un drappo intorno alla vita; inoltre, è privo della mano destra e presenta l’ala destra spezzata in punta. Nella figura si può riconoscere un erote reggitabella, simbolo molto diffuso sui sarcofagi e, per questo, si possono trovare dei confronti con alcuni esemplari aquileiesi.
Sul retro della lastra sono visibili delle sagomature settecentesche fatte quando venne utilizzata nell’altare.
Il frammento si può collocare nel II sec. d.C.

Bibliografia:
C. SOMEDA DE MARCO, Reperti archeologici in Friuli, in Atti AccSclettArtiUdine, VI, 12, 1951-1954, pp. 189-190.

Immagine dal Centro di Catalogazione di Villa Manin di Passariano (Codroipo – Ud).

[ STAMPA SCHEDA IN PDF ]
Periodo Storico: Età Romana
Localizzazione Geografica

© 2014 Archeocarta Friuli Venezia Giulia - Realizzato da Mediares S.c.