UDINE. Piazza Libertà.

Chiamata un tempo “Plasse dal Vin” (piazza del vino) [almeno per la parte a sud della Loggia], la piazza ha subito nel corso dei seco­li diverse modifiche: venne allargata verso sud nel 1117.
Nel 1261 è nota una Domus Comunis (Casa del Comune), forse posta verso l’im­bocco dell’attuale Via Manin. Sul lato orientale della piazza, sopra la loggia di San Giovanni, spicca la torre dell’orologio, a riba­dire il carattere veneziano del luogo. La torre attuale è frutto di una sistemazio­ne, realizzata da Giovanni da Udine (1527), della torre medievale che controllava l’accesso al castello. Sullo spiazzo antistante al log­giato, si ergono due statue raffiguranti Ercole e Caco (detti anche Floreàn e Venturin), opere tardo-seicente­sche provenienti dalla demolizione di palazzo della Torre, già posto sul lato orientale dell’attuale Piazza XX Settembre.
La Loggia del Lionello, bell’esempio di edificio in stile veneziano, venne costruita intorno al 1350. Iniziata su progetto di un capomastro di Capodistria, Bartolomeo delle Cisterne, la loggia venne completa­ta sulla base di un nuovo disegno realizzato dall’ora­fo udinese Nicolò Lionello. Nel 1456 la costruzione era terminata. La facciata che si apre sulla Piazza Libertà presenta al primo piano una pentafora con poggiolo ed ai suoi lati due trifore. Tra gli archi ed il marcapiano, sono visibili le sei lettere che compongono il nome latino di Udine (Utinum).

[ STAMPA SCHEDA IN PDF ]
Periodo Storico: Basso Medioevo
Localizzazione Geografica

© 2014 Archeocarta Friuli Venezia Giulia - Realizzato da Mediares S.c.