VENZONE (Ud): Cappella di San Michele e le mummie.

 

Il Battistero (ex cappella di San Michele) con la cripta delle mummie.

La Cappella sorge in posizione isolata di fronte al Duomo di S. Andrea. E’ una piccola costruzione circolare in sassi squadrati poggiata su una cripta seminterrata. L’edificio risale alla metà del XIII sec. e probabilmente fu usato in origine come battistero. Distrutto anch’esso dal terremoto del 1976, è stato ricostruito per intero e restaurato con ricomposizione per anastilosi d’alcune parti architettoniche. Fin dal 1842 la cappella venne adibita a “museo delle mummie”.
La storia delle mummie è interessante e risale al 1647 quando, nello spostamento di un sarcofago trecentesco attribuito ad un membro della famiglia degli Scaligeri per la costruzione della Cappella del Rosario nel Duomo, venne alla luce la prima mummia, detta, per le sue fattezze fisiche, “il gobbo“.
Questo fenomeno, nel corso dei secoli, ha interessato parecchi corpi ivi sepolti. Tra il 1825 ed il 1891 furono estratte una quarantina di mummie, parte delle quali furono portate al Gabinetto Universitario di Padova, al Museo di Vienna e nella chiesa degli Invalidi a Parigi.

La mummia del nobile Daniello Gattolini di anni 75, salma esumata nel 1811

Delle 21 mummie rimaste, dopo il terremoto ne sono state conservate 15 e di queste alcune sono esposte ai visitatori. La più antica, detta appunto “il gobbo“ si caratterizza per una particolarità “pruriginosa“: la mummia era fornita di un pene così grande che i militari francesi in passato ne prelevarono alcuni pezzi per farne dei souvenir. Da allora alle mummie è stato messo il grembiulino.
Oggi si è scoperto che nelle tombe del Duomo vegetava un fungo, una muffa parassitaria antibiotica (Hipha bombicina pers) che ha il potere di disidratare, nel breve volgere di un anno, il corpo facendo diventare la pelle pergamenacea. La scoperta delle mummie, che costituisce una singolare curiosità scientifica, destò fin dall’inizio un notevole interesse, tanto che furono visitate da illustri personaggi, tra cui Napoleone.

Info:
Venzone piazzetta del Duomo, 2 33010
tel. (0039) 0432 985032
Apertura: da aprile a settembre 9-19; da ottobre a marzo 9-17
Ingresso: intero € 1,50

[ STAMPA SCHEDA IN PDF ]
Periodo Storico: Basso Medioevo
Localizzazione Geografica

© 2014 Archeocarta Friuli Venezia Giulia - Realizzato da Mediares S.c.