Un Dominus Chuono de Castronovo è ricordato nel 1150, una seconda menzione si ha un centinaio di anni più tardi, nel 1250, nell’ambito di un accordo tra il Patriarca Bertoldo ed il conte di Gorizia Mainardo nel quale si discute riguardo i figli che potrebbero nascere tra la nobile Ingelrada di Pinzano e Stefano di Castelnovo.
Alla fine del feudo fu investito il cognato di Stefano, Federico di Pinzano, dal patriarca Raimondo della Torre.
Nel 1310 il conte da Camino per compensare della perdita del castello di Villalta Odorico, gli fece dono del castello di Castelnuovo comprato per gran somma dal Conte di Gorizia, ne deduciamo che in un periodo non ben precisato il castello venne acquistato dal goriziano, forse nel 1285.
Nel 1352 il vescovo di Concordia, nel frattempo divenuto signore del castello, infeudò il castello ai nobili di Varmo.
Nel 1420 con l’occupazione da parte dei Veneziani del Friuli, Castelnovo divenne una enclave imperiale nel territorio della Serenissima, questa situazione perdurò fino al 19 ottobre 1509 quando venne assediato e conquistato da Hieronimo Savorgnano, il quale ottenne in feudo dalla Signoria di Venezia.
I Savorgnano ne rimasero i padroni fino alla caduta della Repubblica.
Attualmente di visitabile non resta che la torre e la vicina chiesa.

Info: Via Vigna, 5, 33090 Castelnovo del Friuli PN – tel. 42790390

Bibliografia: Miotti T. 1980, pp. 65-68.

Immagine: itinerariculturalifvg.it

Autore: William Sambo

Vedi anche: https://www.ecomuseolisaganis.it/it/c/1taqfs7/castello_di_castelnovo_de.html

Periodo Storico: Basso Medioevo
Localizzazione Geografica