Nell’ottobre del 1999 nel fondo del sig. Graziano Cossetti, alla periferia di Nespoledo, a sud-est della strada provinciale di Bertiolo, lavori di sistemazione della rete irrigua portarono all’individuazione di un’urna cineraria lapidea con corredo.
Grazie alle verifiche prontamente compiute, riprese nel 2001, fu possibile la scoperta di una necropoli composta da una sepoltura entro anfora resecata e sei olle in ceramica comune grezza.
Gli scavi furono condotti da un’equipe della Società Friulana di Archeologia d’intesa con la Soprintendenza del F.V.G.
Furono recuperati oggetti del corredo funebre.
Da rilevare la presenza di una serie di fossati che probabilmente dovevano delimitare l’area funeraria.

Materiale rinvenuto: ceramica comune grezza (olle tipo Auerberg); terra sigillata (coppetta forma Conspectus 27.1 con bollo ACV(—)); monete; fibula Almgren 67; lucerna a volute tipo Loeschke IA; tre balsamari vitrei forma Isings 8; anfore Dressel 6A e 6B

Leggi la relazione intera nell’allegato: La necropoli di Nespoledo

a cura di Maurizio BUORA, Giovanni Filippo ROSSET, Cristiano TIUSSI, Paola VENTURA (appendici di Gaspare BAGGERI, Domenico ARTIOLI e Pino GUIDA), da Quaderni Friulani di Archeologia Anno XII/2002

Bibliografia:
CIVIDINI 2000, pp. 49-50; BUORA 2000, p.187, Figg. 1-3; BUORA et alii 2002, pp. 89-114.

Periodo Storico: Età Romana
Localizzazione Geografica