Villa con parte residenziale in contesto centuriale rurale, attraversata da strada rurale (?), anticamente la strada che connetteva Cividale con la Aquileia – Tricesimum – Noricum.
Scavo e circostanze del ritrovamento: scavo Della Torre (1823); ricognizioni di Stucchi anteriori al 1951; ricognizione nel 1985
Tecnica edilizia: muri in ciottoli, spessi 80 cm
Impianti ed attività produttive: rinvenuti attrezzi agricoli
Decorazione musiva: pavimenti musivi a tessere bianche e nere, opus sectile e in mattoncini parallelepipedi, disposti in opus spicatum.
Descrizione rinvenimenti: la villa era ubicata sui due lati della strada Udine-Cividale e misurava m 108X80.
Secondo Stucchi ebbe una fase più antica con gli edifici disposti ad “U” attorno al peristilio occidentale ed una più recente con ampliamenti e l’addizione di quattro torri in epoca tarda, sui lati est e nord. Rinvenuti ”ferri, una zappa. Monete, due embrici bollati”.
Nel 1985 sono stati rinvenuti fittili romani e ciottoli appartenenti alla muratura, lungo la strada Cividale – Udine.
Datazione: epoca romana non meglio precisabile.

Bibliografia: Stucchi 1951, p 103, fig. 11 p. 102 e tav. XII, 1; Crema 1966, pp. 167-178; Tagliaferri 1986, vol. II, pp. 120-121, CI 113; pianta vol. I fig. 76 p. 249.

Fonte: L’evoluzione delle ville suburbane di Cividale del Friuli ed il rapporto con il territorio centuriato (sec. I-VI), di Giovanni Roman, Università degli Studi di Udine.

Periodo Storico: Età Romana
Localizzazione Geografica