perteole

Il Tesoro di Perteole consiste in 1.164 monete d’argento, scoperte nel 1989 nella chiesetta dei Santi Andrea e Anna (vedi specifica scheda), e conservate a Cividale, nel Museo Archeologico Nazionale.
perteoleA seguito dei lavori di recupero della pieve, durante un sondaggio, sotto il pavimento, furono scoperti, custoditi in una pentola di terracotta, 681 denari del patriarca di Aquileia Bertoldo di Andechs (1218-1251), 480 dei vescovi di Trieste Leonardo (1231-1233) e Volrico (1233-1254) e 3 del duca di Carinzia Bernardo II Spanheim (1201-1256).
Non si sa chi le abbia raccolte e chi le abbia nascoste dentro le fondamenta del piccolo campanile e tanto mento perché siano state nascoste. Certamente risalgono ad una data anteriore all’incendio del paese di Perteole del 1297. Si potrebbe ipotizzare che qualcuno abbia nascosto questo piccolo tesoro per salvarlo da quella razzia e che questo qualcuno sia morto senza rivelarne il luogo.
perteoleNel mondo, di questa tipologia di monete, ne sono conservati pochissimi esemplari. La maggior parte è stata ritrovata qui a Perteole. Monete uniche, anche perchè molto ben conservate, realizzate nelle zecche di Aquileia, Trieste e Lubiana. Monete molto particolari, scodellate, così realizzate per migliorarne l’impilamento.

Periodo Storico: Basso Medioevo
Localizzazione Geografica