L’occasione di rendere noto un piccolo frammento scultoreo, rimasto sinora inedito, recuperato alcuni anni fa durante i lavori di adeguamento del sistema di smaltimento delle acque meteoriche presso la chiesa di Santa Maria in castello, oltre ad offrire la possibilità di arricchire le conoscenze sul nucleo dei rilievi conservati nei Civici Musei di Udine, consente di rimeditare su alcune questioni che riguardano l’inquadramento di queste opere, in particolar modo di quelle appartenenti al periodo altomedievale, che rappresentano un’importante testimonianza delle produzioni dell’VIII secolo nella Langobardia Maior…

Leggi tutto nell’allegato: I frammenti scultorei della Chiesa di Santa Maria in Castello a Udine nel panorama della cosiddetta rinascenza liutprandea.

Autore: Luca Villa, in Quaderni Friulani di Archeologia, XVI- 2006

Cristo docente, marmo XII-XIII sec.
Scultura un tempo murata all’esterno della chiesa, sul fianco sinistro. Rappresenta Cristo, raffigurato a mezzo busto, che tiene la destra alzata nel gesto di insegnare, mentre con la sinistra regge una croce a bracci espansi. A sinistra c’è un motivo decorativo a matassa.
In questo rilievo, che rivela sopravvivenze altomedievali, si può notare una compresenza di incisioni fitte (capelli, barba, maniche) e di superfici piane poco modellate.
(da Scultura in Friuli. Il Romanico, Carlo Gaberschek, 1981, p. 52)

Periodo Storico: Longobardi
Localizzazione Geografica