MANZANO (Ud). Castello.

I resti del castello sovrastano una piccola collina disposta a nord est dell'abitato lungo l'alveo del fiume Natisone. Le prime notizie storiche risalgono all'inizio del XIII secolo, tuttavia i nobili di Manzano risultano in alcuni documenti…

MANZANO (Ud), fraz. Soleschiano. Tempietto con colonne da Aquileia nel parco di Villa Piccoli Brazzà Martinengo.

La villa fu fatta costruire dai fratelli Ascanio e Marzio Piccoli nel 1709 ed i lavori terminarono nel 1715. Essa passò in seguito alla famiglia di Brazzà. Dal 1956 appartiene alla famiglia Martinengo, che l’acquistarono assai mal ridotta…

TALMASSONS (Ud), fraz. Flambro, loc. San Vidotto. Chiesa campestre di Sant'Antonio Abate.

Chiesetta campestre dedicata a S. Antonio protettore degli animali, fu un tempo la chiesa del villaggio di San Vidotto, piccolo borgo di origine romana, distrutto nel 1477 dai Turchi. La chiesetta attuale risale al XVIII secolo. Presenta aula…

AQUILEIA (Ud). Scoperte sette stanze di una domus in via delle Vigne Vecchie.

In via delle Vigne Vecchie, lo scavo archeologico, aperto nei giorni scorsi, ha portato alla luce ben sette vani con pavimentazione in tessellato. Una trincea, lunga una trentina di metri per una larghezza di circa due metri, corrispondente…

AQUILEIA (Ud). Il museo della Domus e del Palazzo episcopale.

L’area archeologica di piazza Capitolo denominata “Domus e Palazzo Episcopale” è una nuova struttura di protezione e valorizzazione realizzata dalla Fondazione Aquileia. L’edificio completa la riqualificazione della piazza della Basilica…

CASTIONS DI STRADA (Ud). SAGGI DI SCAVO ENTRO LA PIEVE.

La pieve di Castions di Strada non ha avuto molta attenzione da parte degli studiosi, fatta eccezione per storie locali o studi relativi alle parti più appariscenti del suo interno, quali gli affreschi attribuiti a Gaspare Negro'. Nel corso…

CASTIONS DI STRADA (Ud). Necropoli di periodo tardo-antico.

Nel mese di maggio 1993 sono state effettuate, su incarico della Soprintendenza, indagini archeologiche nella part. cat  n. 532 appartenente al sig. Dino  Piazza di Castions di Strada, dopo che il proprietario, nel mese di marzo precedente, …

SAN VITO AL TORRE (Ud). SITI PREISTORICI A NOGAREDO.

In data 11 marzo 1993 veniva affidato alla Società Friulana di Archeologia di Udine, da parte della Soprintendenza ai  B.A.A.A.A.S. del Friuli-Venezia Giulia, l'incarico di eseguire una serie di sondaggi nell'alveo del fiume Torre, in loc.…

TERZO DI AQUILEIA (Ud), loc. Ca' Baredi, Canale Anfora.

Una nuova scoperta è avvenuta recentemente dallo studio dei reperti del villaggio protostorico Canale Anfora a Terzo di Aquileia: 3000 anni fa in Friuli Venezia Giulia si beveva già il vino. Il dato emerge dallo studio dei materiali rinvenuti…

BASILIANO, fraz. Vissandone. Necropoli.

Nel 1988, a seguito di aratura profonda, venne scoperta una sepoltura ad inumazione; fu compiuto uno scavo di emergenza a cura del personale dei Civici Musei di Udine. La tomba, con pareti in ciottoli di grandi dimensioni legati con malta era…

BASILIANO (Ud), fraz. Villaorba. Struttura abitativa (villa) di tipo rurale.

Su terreno arativo sono visibili frr. fittili (coppi, embrici, mattoni) e ciottoli affioranti in grande abbondanza. E' possibile rilevare inoltre la presenza di una macchia nerastra in prossimità della stradina di riordino. Datazione seconda…

CAMINO AL TAGLIAMENTO (Ud). Rinvenimenti a Pieve di Rosa.

L'area della Pieve di Rosa è nota dal punto di vista archeologico per la presenza nell'ambito della Pieve, documentata nel '800, di un miliare di si presume la provenienza locale e che viene attribuito alla c.d. via per compendium da Concordia…

BASILIANO (Ud), fraz. Vissandone. Parrocchiale di S. Michele Arcangelo, struttura abitativa.

Descrizione: a ponente della chiesa di san Michele arcangelo, dove in passato si trovava la cortina (i cui fossati sarebbero stati riempiti con la demolizione dei terrapieni verso la metà del XVIII secolo), i resti recuperati inducono a supporre…

BASILIANO (Ud). Fraz. di Vissandone, loc. Grovis.: struttura abitativa.

Struttura abitativa del periodo tardorepubblicano-età tardoantica. Su terreno arativo e prato stabile sono visibili frammenti fittili: coppi, embrici, mattoni e ciottoli affioranti in grande abbondanza. Le campagne di scavo condotte nel 1999,…

AQUILEIA (Ud). Il “Mur Forat”. L’angolo delle mura nordoccidentali di Aquileia (a cura di Maurizio BUORA, Stefano MAGNANI).

«Ove sono le linee rosse è il muro Romano ancora esistente». Con questa annotazione Leopoldo Zuccolo indica nella didascalia di un suo prezioso schizzo, raffigurante la pianta schematica di Aquileia, un vasto tratto delle mura di cinta della…

SEDEGLIANO (Ud). Loc. Rivis dal Duro, Tomba a tumulo.

Il tumulo, che sorgeva in località “Rivis dal Duro”, allo stato attuale risulta del tutto spianato, in seguito ad opere di sbancamento condotte nel 1944 per reperire materiale per il campo di aviazione di Villaorba allora in costruzione. Il…

SEDEGLIANO (Ud). Loc. Prati Roncati, Tombuce o Tombuzza, tomba a tumulo.

Questa tomba a tumulo, che risultava già demolita ai tempi del Quarina, riveste notevole importanza perché resta una testimonianza scritta da don A. Sbaiz di ciò che si rinvenne al momento della sua demolizione, avvenuta negli anni Venti…

POZZUOLO DEL FRIULI (Ud). Loc. Campo Cuppari: installazioni artigianali.

Quest'area, esterna alla cinta fortificata del castelliere di Cjastiei, si trova ai margini di un terrazzo artificiale. Nel corso di una serie di scavi sistematici tra il 1980/1981 e il 1986/1988 è stata individuata e scavata una decina di…

MERETO DI TOMBA (Ud). Loc. Bas de Tombe, sepoltura ad inumazione dell'età del Bronzo Finale.

Ad un chilometro ad Ovest dell’abitato di Tomba, in località Comunai o Bas de Tombe, nel 1885 furono rinvenuti due scheletri umani, ricoperti di sassi. Accanto ad essi furono recuperati i seguenti oggetti in bronzo: un’armilla a quattro…

POZZUOLO DEL FRIULI (Ud), Loc. Braida Roggia, tomba età del Bronzo Recente.

Si tratta di un'area che si estende per un breve tratto pianeggiante lungo la sponda destra del torrente Cormor. Durante i lavori di posa di un tubo dell’acquedotto, fu rinvenuta una tomba ad incinerazione isolata, risalente al VII sec. a.C.…

POZZUOLO DEL FRIULI (Ud), fraz. Sammardenchia, loc. Cueis. Villaggio neolitico.

Su una superficie complessiva di oltre 650 ettari, gravitante intorno all'abitato di Sammardenchia, sono state individuate resti di strutture antropiche e tracce di frequentazione umana risalenti, per la gran parte, al Primo Neolitico, in numero…

MERETO DI TOMBA (Ud), fraz. Plasencis. Area di dispersione di selce lavorata e frammenti fittili.

In una vasta area, a Nord dell'abitato, una ventina d'anni fa circa si rinvennero, in seguito ad una ricognizione, alcuni manufatti in selce e frammenti ceramici, genericamente riferibili all'età del bronzo. La zona non presentavasignificative…

MERETO DI TOMBA (Ud). Area di dispersione di selce lavorata.

Nel 1981 venne pubblicata la notizia dell'identificazione, a Est dell'abitato, di un'area molto vasta di dispersione di frammenti di selce lavorati attribuibili al Neolitico. Tra i manufatti figuravano alcune lamelle frammentate, alcune schegge,…

FLAIBANO (Ud), fraz. S. Odorico. Materiale in selce.

A sud dell'abitato, in un'area non meglio definita, negli anni Settanta del XX secolo fu rinvenuta un'ascia-martello in pietra riferibile all’epoca eneolitica; negli anni successivi, in seguito a questo ritrovamento, furono effettuati ulteriori…

CAMPOFORMIDO (Ud). Tomba Forade / Panerate a tumulo.

Di questa tomba, segnalata dal Quarina, non resta oggi traccia e già negli anni Settanta del XX secolo risultava ignota agli abitanti del posto (ELLERO 1979, pp. 31-3). Al momento del rilevamento il Quarina la classificava tra le tombe a tumulo…

CAMPOFORMIDO (Ud). Tomba a tumulo.

Si tratta di un antico tumulo, allo stato attuale conservato solo parzialmente a causa di lavori di sbancamento effettuati negli anni Ottanta del XX secolo per guadagnare terreno coltivabile. Al tempo delle ricognizioni del Quarina, negli anni…

BASILIANO (Ud). Loc. La rive di Toson, tumulo protostorico.

Ai tempi dei rilievi effettuati dal Quarina negli anni Quaranta del XX secolo, il tumulo si presentava di forma conica e aveva un diametro alla base di m 16x17 e un'altezza di m 5 rispetto al piano di campagna. La sommità era appena spianata.…

BASILIANO (Ud), fraz. Vissandone, tomba a tumulo (demolita).

La tomba a tumulo di Vissandone risultava demolita già ai tempi delle ricognizioni effettuate dal Quarina negli anni precedenti la II Guerra Mondiale. Secondo quanto riportato dallo studioso (1943, p. 80), il tumulo sorgeva vicino alla strada…

VARMO (Ud). Un sito dell'età del ferro a Gradiscutta.

Nel corso delle ricognizioni di superficie che alcuni componenti della Società Friulana di Archeologia, sotto il coordinamento dei Civici Musei di Udine, stanno svolgendo da qualche tempo nel territorio del Comune di Varmo, si è arrivati ad…

VARMO (Ud). Il ripostiglio di Belgrado cento e vent'anni dopo.

Di un interesse assai più grande per l'archeologia preistorica è la scoperta di un ripostiglio di bronzo trovato nella pianura presso il Tagliamento, forse nel sito di un sua antico alveo, della quale credo opportuno di dare una succinta relazione. Leggi…

RIVIGNANO (Ud). Un'ascia in pietra verda da Flambruzzo.

Con il presente contributo si coglie l'occasione per presentare un'ascia litica sostanzialmente inedita databile ad età neo-eneolitica, rinvenuta in occasione di ricognizioni di superficie effettuate su un'area archeologica di età romana denominata…

CODROIPO (Ud). Rinvenimenti di tombe altomedievali nel centro storico.

Nell'ottobre del 1956 vennero effettuati casualmente rinvenimenti archeologici nell'ambito dell'attuale Piazza Garibaldi a Codroipo, in occasione di lavori promossi dall'amministrazione comunale per la realizzazione delle fognature. Leggi tutto…

RONCHIS (Ud). Iscrizione romana di età repubblicana dalla località Infan.

Benvenuto Castellarin noto storico della Bassa friulana, in particolare del territorio di Ronchis ha segnalato la presenza di un'iscrizione romana nella località Infan, presso, Modeano in comune di Ronchis, in possesso del signor Gino Mauro. Leggi…

SEDEGLIANO (Ud). Un'iscrizione romana scoperta a Turrida.

A Turrida, frazione del Comune di Sedegliano posta sulla riva sinistra del Tagliamento, è stata di recente scoperta una lapide recante un'iscrizione latina. Leggi tutto nell'allegato: Un iscrizione romana scoperta a Turrida a cura di…

VARMO (Ud). Epigrafe di un Cives Menapius.

All'inizio dell'Ottocento, secondo quanto scrive il Moschettini che allora era responsabile delle antichità di Aquileia, si rinvenne colà un'epigrafe che è rimosta famosa nella letteratura, per motivi che andremo a chiarire. Leggi tutto…

AQUILEIA (Ud). Il Battistero.

Fa parte del complesso della Basilica Patriarcale, davanti alla cui facciata è posto ed alla quale è collegato da un corridoio porticato che conduce al nartece. Sorto nel periodo della basilica post-teodoriana, era un edificio a pianta…

AQUILEIA (Ud). La Basilica Patriarcale.

E’ il più antico edificio di culto cristiano nell’Italia nordorientale e di conseguenza servì come modello per altre chiese, anche al di fuori dei confini nazionali. La Basilica attuale, pur con i rifacimenti posteriori, è una grandiosa…

AQUILEIA (Ud). La Chiesa di Aquileia ed il cristianesimo.

Tutti gli studi portano oggi a pensare che la nuova religione, il cristianesimo, attecchì in Aquileia romana con una lenta e probabilmente antichissima penetrazione (I-II sec.), attraverso circoli di tendenze giudaiche o la colonia ebrea…

AQUILEIA (Ud). La storia.

L’importanza e la lunghissima storia d’Aquileia, le tante testimonianze a noi giunte, meritevoli di visita, rendono l’antica città romana una meta a sé stante. La visita d’Aquileia non si può esaurire nell’arco di una sola giornata…

RUDA (Ud). Fraz. Saciletto.

"Castrum Zazilet", sebbene documentato sin dal 1274, ma probabilmente esistente in precedenza, si trova sulla via che da Aquileia conduceva a Cividale. Per la sua importanza fu motivo di contesa tra il Patriarcato di Aquileia ed i Conti di Gorizia…

BAGNARIA ARSA (Ud). Fraz. Sevegliano, Rinvenimento di anfore.

La frazione di Sevegliano è stato un importante insediamento romano, presso l'incrocio della Via Postumia con il cardine massimo della centuriazione aquileiese, ove esisteva un tempio della II metà del II sec. a.C. Moltissimi manufatti fittili,…

PALMANOVA (Ud). La fortezza.

"Palma" fu edificata nel 1593 dalla Repubblica di Venezia al centro della pianura friulana, ma a ridosso dei territori asburgici, come baluardo contro eventuali invasori austriaci e turchi. La fortezza stellata, mirabile esmpio di architettura…

CODROIPO (Ud). Il tesoretto monetale medievale.

  Bertrando di Saint Genies, 1334-1350, mezzo denaro con Beata Vergine Durante il mese di marzo del 1934 a seguito di lavori di demolizione di un vecchio fabbricato di proprietà del sig. Toso Giuseppe fu Cesare, posto nell'attuale…

CODROIPO (Ud). Il castelliere di Rividischia.

Il castelliere di Rividischia si trova in comune di Codroipo, tra le frazioni di San Martino e di Rividischia; individuato nel 1983, fu in seguito oggetto di ricerche di superficie e stratigrafiche. Il sito è posto su un alto morfologico modellato…

CODROIPO (Ud). Il castelliere de La Gradiscje.

Il sito di Gradiscje di Codroipo (36 m slm, 45° 57’ 10’’ N, 12° 58’ 54’’ E) si trova all’inizio della fascia delle risorgive, immediatamente a Sud dell’attuale abitato di Codroipo (nei pressi del campo sportivo). Dal punto…

BASILIANO (Ud), Fraz. BASAGLIAPENTA, Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Non si possiedono notizie riguardanti l’origine della chiesa primitiva, ma i vari reperti longobardi murati sulla parte esterna del coro - un bassorilievo, due cerchi con dentro una stella a otto punte e un resto decorato a treccia - autorizzano…

BASILIANO (Ud), fraz. di Villaorba. Chiesa di Sant’Orsola.

La chiesa campestre di Sant’Orsola sorge nella campagna a nord dell’abitato di Villaorba, lungo la strada che conduce a Mereto di Tomba, a circa un chilometro dal paese. Fu eretta nel 1338 per volere di Federico da Castello, ricco feudatario…

AQUILEIA (Ud). Il Foro e la Basilica Civile.

Il foro è il primo monumento romano che il visitatore può osservare quando arriva ad Aquileia. La prima individuazione di una “piazza” si deve già al canonico Gian Domenico Bertoli, che infilando il suo bastone nel terreno sentì la presenza…

AQUILEIA (Ud). Il Mausoleo.

All'angolo tra via Giulia Augusta e via XXIV Maggio si staglia, imponente (è alto 17 metri), il Grande Mausoleo. Il restauro del monumento funebre, curato da G. Brusin e V. Degrassi nel 1956 sulla base di frammenti ritrovati nel 1891 a Roncolon…

AQUILEIA (Ud). Il Porto sul Natissa.

Nella parte orientale della città, dove un tempo scorreva il grande fiume Akilis (dal quale la città prende il nome) Natisone-Torre, largo 48 metri e navigabile per 10 km., sono visibili i resti dell'antica struttura portuale, che fu costruita…

AQUILEIA (Ud). Il Sepolcreto.

Lungo la via XXIV Maggio di Aquileia, si può visitare l'unico sepolcreto aquileiese ritrovato, e farci un'idea delle usanze funerarie dei romani. Si trovava fuori dalle mura: le leggi romane vietavano infatti la sepoltura all'interno dei centri…

AQUILEIA (Ud). Il Museo Archeologico Nazionale.

Il museo, istituito nel 1882, ha sede nella Villa Cassis Faraone, costruita tra il 1812 e il 1825; esso accoglie le collezioni storiche, ricevute in dono o acquistate dalle più illustri famiglie aquileiesi, integrate dai risultati delle ricerche…

COSEANO (Ud). Insediamenti di Barazzetto, Coseanetto e Nogaredo di Corno.

Il territorio di Coseano conserva testimonianze particolarmente significative del suo passato, soprattutto in relazione al periodo romano, tra il I a.C. e il IV/V secolo d.C. In questa fase il comprensorio territoriale doveva essere abitato…

PALAZZOLO DELLO STELLA (Ud). Il sito di Piancada e la via Annia.

Sino ad oggi sono alcune decine i villaggi risalenti all’età neolitica (V°-IV° millennio a.C.) individuati in Friuli. Tra questi, di particolare importanza è l’insediamento neolitico scoperto nel 1992 a sud di Piancada, nel territorio…

BASILIANO (Ud), fraz. Basagliapenta. Chiesa di San Giorgio.

Uno studio realizzato sui documenti della Parrocchia ha permesso di accertare l’esistenza di “San Zorz” nel lontano 1504. Il tempio fu demolito una prima volta nel 1822, perché profanato da soldati austriaci e napoleonici, riedificato…

RUDA (Ud), loc. La Fredda, Conduttura romana e resti di un edificio.

Recenti indagini archeologiche hanno portato a importanti scoperte. Per la prima volta è stata identificata una conduttura idrica romana, costruita in prossimità delle fonti di captazione, documentate dell’idronimo La Fredda assegnata al…

RUDA (Ud), fraz. Perteole, Reperti romani (reimpiego).

All’esterno e all’interno della chiesa dei Santi Andrea e Anna sono visibili alcuni reperti romani reimpiegati nella fabbrica dell’edificio in età medievale probabilmente quando, nel XIII sec., la chiesa assunse la forma attuale; gli…

TORVISCOSA (Ud), fraz. Malisana, Chiesa dell’Immacolata Concezione.

La chiesetta dell’Immacolata Concezione, un tempo dedicata ai Santi Pietro e Paolo, si trova nel cimitero a Malisana, in posizione sopraelevata, vicina alla via Annia. Edificata nel VII secolo, nel Quattrocento l’aula rettangolare viene…

RIVIGNANO (Ud), Chiesetta del Falt.

La chiesetta del Falt, in territorio di Rivignano, ma appartenente alla parrocchia di Teor, sembra risalire all’XI secolo (si trovano tracce risalenti a data anteriore al 1100) e presenta diversi strati di pavimentazione (almeno tre), che…

TEOR (Ud), fraz. Chiarmacis, Chiesa di Sant’Andrea.

Dopo aver tolto l’intonaco all’interno, dopo l’intervento di restauro, ora è possibile osservare resti di pietre scolpite e altro materiale di epoca romana proveniente da altri edifici, utilizzato alla base del muro, e all’interno è…

TEOR (Ud). Varie evidenze di interesse archeologico.

Il territorio comunale di Teor è situato nel settore occidentale della bassa pianura friulana e rientra nel comprensorio del bacino dello Stella, il maggiore fiume di risorgiva ad est del Tagliamento, che ne costituisce parzialmente il confine…

RUDA (Ud), fraz. S. Nicolò, Chiesetta di San Nicolò di Levata e reperti romani (reimpiego).

Poche sono le notizie pervenuteci della chiesetta di San Nicolò di Levata. Fu costruita nell’XI secolo con materiale di recupero proveniente da monumenti funerari, facilmente reperibili lungo il primo tratto della strada romana per Emona,…

CERVIGNANO DEL FRIULI (Ud), fraz. Strassoldo, Reimpieghi.

Stele iscritta con rosetta, reimpiego Una stele iscritta in calcare con frontone (fig.) è murata accanto ad un’altra nel palazzo della cancelleria del castello di sopra; l’edificio, con ogni probabilità, è stato ricostruito nel Settecento…

CERVIGNANO DEL FRIULI, fraz. Strassoldo, i Castelli.

Il centro storico di Strassoldo è un piccolo borgo medievale dove sorgono due castelli, quello di Sopra e quello di Sotto. Ritrovamenti archeologici testimoniano come il territorio fosse popolato già dalla fine del Paleolitico Superiore.…

VISCO (Ud), Lastra iscritta (reimpiego).

Un’epigrafe iscritta in calcare mutila in tutti i lati è murata sul muro esterno della casa Pinchiarul in via Montello n. 24. La lastra presenta, circa a metà, una spaccatura larga circa 7 cm. integrata con malta. Lo specchio epigrafico…

CAMPOLONGO - TAPOGLIANO (Ud), fraz. Tapogliano, epigrafe funeraria in calcare (reimpiego).

Un’epigrafe funeraria in calcare integra su tutti i lati è murata sulla facciata di una casa in via Udine n. 1, sopra la chiave di volta dell’antica porta ad arco. Lo specchio epigrafico appare levigato, le lettere sono ben incise e la…

PAVIA DI UDINE, fraz. Percoto: stele iscritta con Medusa (reimpiego).

Una stele in calcare iscritta con frontone decorato con la testina di una Medusa è murata a sinistra dell’entrata di una casa medievale, ora sede di un’assicurazione, in via Aquileia n. 30. Lo specchio epigrafico della stele, ribassato,…

MERETO DI CAPITOLO (Ud). Testa femminile - reimpiego.

Sulla facciata di una casa, sopra il portone d’ingresso, è murata una testa femminile in marmo, leggermente inclinata verso destra, con i capelli, divisi da una scriminatura centrale, che si dipartono verso i lati in ciocche ondulate che…

AQUILEIA (Ud). Aquileia nascosta. Il decumano di Aratria Galla.

La parola decumano – che probabilmente deriva dal segno X che sta per incrocio, ma anche per il numero romano dieci - indica una strada che attraversa perpendicolarmente un asse ortogonale della centuriazione: ad Aquileia i cardini procedono…

AQUILEIA (Ud). La domus tardoantica del fondo Comelli.

L’elemento che ha fatto interpretare un edificio del fondo Comelli come possibile chiesa paleocristiana è la presenza di un’abside entro cui si rinvenne un notissimo frammento di terra sigillata africana (fig. 1) [1]. Fig. 1. Frammento…

TALMASSONS (Ud). Località Lamanix

Una breve nota pubblicata nel 1934 informa del rinvenimento di "alcuni embrici, parecchie anfore e monili in bronzo di squisita fattura", avvenuto nel terreno di proprietà di Lino Turello durante lavori di bonifica. Il sito è stato individuato…

CASTIONS DI STRADA (Ud), fraz. Morsano.

Morsano di Strada fa risalire la propria origine all'epoca romana: il toponimo sembra derivare infatti dal nome Murcio, un centurione che avrebbe avuto nella località una proprietà fondiaria. A conferma dell'antichità del luogo nel 1862…

TALMASSONS (Ud), Fraz. Flambro. La Cortina.

Il sito riveste una notevole importanza storica, essendo stato sede del castello e della cortina medievali ed avendo quindi giocato un ruolo di primo piano in alcune tra le vicende più rilevanti per la storia del paese: nel 1346 e nel 1350…

TALMASSONS, fraz. Flambro (Ud). via Spinucci.

Nell'ambito dell'odierno abitato di Flambro, diverse notizie consentono di localizzare un'area adibita a necropoli, con tombe disposte su entrambi i lati della via Spinucci. Sul lato nord-occidentale le prime scoperte, relative a sepolture alla…

TALMASSONS (Ud). Località Guarzo.

La rilevazione archeologica della zona data agli anni '80, quando nel corso dei lavori di riordino fondiario sono venuti alla luce i resti di una piccola necropoli ad incinerazione, composta da una quindicina di tombe; queste furono individuate…

TALMASSONS, fraz. Flambro (Ud). Chiesa di S. Giovanni Battista.

Nell'area immediatamente retrostante all'edificio cultuale, le cui origini paiono risalire ad epoca piuttosto antica, è possibile osservare la sporadica presenza di frammenti laterizi, portati in superficie dalle arature. L'affioramento di…

TALMASSONS (Ud). Chiesetta di S. Silvestro.

Il nome non può che derivare da "Mans", i grandi appezzamenti di terreno che i consoli romani  davano ai vecchi e valorosi soldati. Probabilmente uno di questi era Flaminus, da cui Flumignano (forse lo stesso Caio Flaminius, generale, tribuno…

TALMASSONS, fraz. Flumignano (Ud). Chiesa di S. Maria Maddalena.

Fitto affioramento di materiale si osserva nei terreni ubicati lungo il lato posteriore della chiesetta e lungo il suo fianco orientale. Dovrebbe trattarsi di un sito dove persisteva una villa rustica. Bibliografia: - T. Cividini, Paola Maggi,…

MORTEGLIANO (Ud). Chiesa di S. Nicolò di Arnaces.

La chiesetta di San Nicolò di Arnaces è un piccolo edificio di culto, edificato tra i campi come protezione per i raccolti. Vi si accede attraverso un sentiero detto anticamente “semida”, cioè cammino di S. Nicolò, ora via S. Nicolò.…

MARANO LAGUNARE (Ud). Centro Civico o Museo Archeologico della Laguna.

Il Museo della Laguna è costituito da una raccolta di reperti formatasi a partire dagli anni settanta del Novecento, più tardi confluita in un piccolo antiquarium e oggi all’interno di un Museo. L'esposizione raccoglie oltre cinquecento…

BASILIANO (Ud). Chiesa di Sant Andrea Apostolo.

Durante lavori di restauro svolti all’interno della chiesa prima del 1986, nell’area tra il presbiterio e la base del campanile si rinvennero frammenti di laterizi ed una lastra marmorea con iscrizione. Nel corso degli scavi del 1988 si…

BERTIOLO (Ud). Chiesa della Santissima Trinita' e altro.

La più importante dal punto di vista storico e anche la più antica è la chiesetta della Santissima Trinità. La sua origine è molto incerta: probabilmente fu eretta sopra le rovine di un tempietto romano dedicato al dio celtico Beleno.…

MARANO LAGUNARE (Ud). Centro storico.

Il centro storico, di origini preromane, presumibilmente venetiche, testimoniate da significativi reperti rinvenuti, fu importante specialmente a partire dal periodo altomedievale. Qui nel 590 si tenne una sinodo e resti del periodo bizantino…

SAN GIORGIO DI NOGARO (Ud). Chiesa di San Giorgio Martire.

Nel corso degli scavi archeologici del 1988 all’interno della chiesa parrocchiale, sono state individuate tre fasi successive di precedenti costruzioni sacre. La prima, che viene fatta risalire al V sec., è costituita da una chiesa paleocristiana…

CODROIPO (Ud). Museo Archeologico.

Il Civico Museo Archeologico di Codroipo, ubicato nelle ottocentesche ex carceri raccoglie i reperti venuti alla luce nel capoluogo e nel territorio circostante. Gli scavi e le indagini sono stati condotti negli ultimi otto anni, in regime…

CODROIPO (Ud), fraz. Beano - cortina medievale.

E' situata a breve distanza ed a sud-ovest dell'attuale abitato; il suo fossato (coperto da una fitta vegetazione) circonda su tre lati it cimitero. Nei suoi paraggi sono stati localizzati due siti di eta romana o medievale, non ancora ind…

BASILIANO (Ud), Chiesa di San Marco Evangelista.

La chiesetta di San Marco è costituita da un corpo semplice a pianta rettangolare che si conclude in un’abside quadrangolare. Ha un portale d’ingresso sulla facciata e due porte laterali non in asse tra di loro: quella a sud è opera moderna,…

MERETO DI TOMBA (Ud). Insediamento romano e altomedioevale.

Il territorio di Mereto di Tomba risulta abitato fin dall'età romana in base ad alcuni ritrovamenti concentrati nella zona della Cortina medioevale ora occupata dalla chiesa cimiteriale dei Santi Daniele e Agostino, edificio del XVI sec. con…